Torreira: il Toro prepara una nuova offerta - IL TORO SIAMO NOI
Torreira: il Toro prepara una nuova offerta - IL TORO SIAMO NOI
Torreira: il Toro prepara una nuova offerta - IL TORO SIAMO NOI
Torreira: il Toro prepara una nuova offerta - IL TORO SIAMO NOI
Torreira: il Toro prepara una nuova offerta - IL TORO SIAMO NOI

Torreira: il Toro prepara una nuova offerta

Il Torino vuole acquistare un regista. L’indicazione del neo allenatore Marco Giampaolo è stata chiara: manca in mezzo al campo un giocatore che sappia impostare, che detti i tempi della manovra e che allo stesso tempo sia prezioso in fase di copertura. La richiesta alla società è da tempo piuttosto scontata e risponde al nome di Lucas Torreira, il mediano uruguaiano classe 1996 che lo stesso Giampaolo ha allenato quando sedeva sulla panchina della Sampdoria e che ora rivorrebbe con sé in Piemonte. La dirigenza ha effettuato un sondaggio, ma l’Arsenal difficilmente lo lascerebbe partire per meno di 25 milioni di euro. E allora, ecco la proposta granata per convincere i londinesi e battere la concorrenza della Fiorentina, oltre che puntare sulla volontà del diretto interessato che vorrebbe tornare agli ordini del suo vecchio allenatore.

Anche la Fiorentina, infatti, negli ultimi giorni ha alzato il pressing per il centrocampista uruguaiano classe 1996, con un passato in Italia con le maglie di Pescara e Sampdoria. La richiesta ai Gunners è un prestito biennale con obbligo di riscatto stabilito, sul piatto una proposta molto corposa: 8 milioni di euro subito per il prestito oneroso più altri 16 per il riscatto a titolo definitivo da versare la prossima estate. Si continuerà a lavorare nei prossimi giorni, sul giocatore c’è comunque anche il Torino di Giampaolo che lo conosce bene. E che prepara un’offerta ufficiale: prestito oneroso per un anno, rinnovabile nella stagione successiva, e diritto di riscatto nel 2022 a cifre ancora da stabilire ma presumibilmente tra i 18 e i 20 milioni di euro.

Il Torino ha messo dunque in stand-by Lucas Biglia. Il centrocampista argentino classe 1986 è al Milan ormai dall’estate del 2017 e non è mai stato pienamente al centro del progetto tecnico dei rossoneri, riuscendo a collezionare appena 58 presenze in tre campionati per via soprattutto di tanti problemi fisici. Fino a un mese e mezzo fa sembrava potesse rinnovare, poi la società ha preso altre strade e il diretto interessato ha così cominciato a caldeggiare l’idea di un ritorno in patria. Nelle ultime settimane, però, la proposta del Torino lo ha costretto a una riflessione approfondita: con Giampaolo avrebbe il posto da titolare di fatto garantito e potrebbe giocare a buoni livelli almeno per un altro paio di stagioni. Ora, però, la priorità è Torreira: in caso di fumata bianca, l’affare Biglia è destinato a saltare.

L’affare Torreira,comunque,non sembra possa sbloccarsi a breve e se mai avrà una conclusione positiva per il Toro,sarà verso la fine del mercato,a meno di clamorosi sviluppi.