La decisione dell'Uefa chiude le porte dell'Europa al Toro - IL TORO SIAMO NOI
La decisione dell'Uefa chiude le porte dell'Europa al Toro - IL TORO SIAMO NOI
La decisione dell'Uefa chiude le porte dell'Europa al Toro - IL TORO SIAMO NOI
La decisione dell'Uefa chiude le porte dell'Europa al Toro - IL TORO SIAMO NOI
La decisione dell'Uefa chiude le porte dell'Europa al Toro - IL TORO SIAMO NOI

La decisione dell’Uefa chiude le porte dell’Europa al Toro


La decisione della Uefa di sospendere il procedimento nei confronti del Milan segna una prima importante vittoria per Elliott e Gazidis.

Il verdetto della Uefa di sospendere il procedimento nei confronti del Milan in relazione all’atteso pronunciamento del Tas è un primo importante successo targato Elliotte Ivan Gazidis. L’amministratore delegato rossonero ha svolto un ruolo fondamentale nelle dinamiche diplomatiche tra la proprietà americana e la federazione continentale mantenendo, almeno per il momento, il Milan a pieno titolo in Europa League.

A dirimere molti dubbi riguardanti la “sentenza” della Uefa è stato su Twitter l’avvocato Felice Raimondo, conosciuto sul web come Felix l’avvocato del Diavolo, che si è così espresso pochi minuti dopo il pronunciamento dell’organo federale: «La UEFA, consapevole del procedimento pendente dinanzi al TAS riguardante il precedente monitoring period, nonché del collegamento logico e fattuale tra i 2 monitoraggi, ha deciso di non calare l’ascia perché attende che si pronuncino i giudici di Losanna. Questo atteggiamento, molto più mite e prudente, è già una seconda vittoria di Elliott (dopo quella della scorsa estate). L’attuale procedimento ancora non ha una data di udienza fissata, quindi bisognerà attendere. Dal suo esito si capirà chi la spunterà. Nel frattempo ciò che è sicuro è che per ora non esiste un accordo e che il Milan giocherà la prossima EL, come già anticipato da Gazidis».