Cairo alza la voce contro il VAR


Il Torino non ci sta e il presidente UrbanoCairo alza la voce! Il presidente del Toro non ha gradito le decisione degli arbitri in campo e degli addetti al Var, specie sul gol annullato a Berenguer e al termine della gara di Udinese ha protestato: «Fin dall’inizio sono sempre stato a favore della Var. L’ho sostenuta, l’ho difesa, ho accettato gli errori iniziali – riporta La Gazzetta dello Sport – Ma ora comincio ad avere dei dubbi. Se questo deve essere il modo in cui viene usata, tanto valeva non averla».

Prosegue il presidente granata: «Sfido chiunque a non avere i miei dubbi calcolando il numero di errori commessi ai nostri danni. Sono state giocate quattro partite e in due (contro Roma e Udinese, ndr) siamo stati palesemente danneggiati. Il 50 per cento delle partite… Siamo in perfetta media con gli ultimi due anni, dove abbiamo contato 34 gare macchiate da errori arbitrali. Quando hai un arbitro importante e internazionale come Valeri non puoi accettare che commetta un errore da dilettante. Fischiare un fuorigioco, peraltro inesistente, segnalato dal guardalinee senza aspettare la fine dell’azione è un errore grave che non può essere giustificato, perché impedisce il successivo utilizzo della Var. Il gol di Berenguer era regolarissimo anche ad occhio nudo. Un errore simile poteva succedere alla prima giornata dello scorso campionato non dopo 42 partite di uso della Var e mille riunioni e spiegazioni sulle procedure».


COMMENTA L'ARTICOLO