Gli "azzurrabili" granata - IL TORO SIAMO NOI
Gli "azzurrabili" granata - IL TORO SIAMO NOI
Gli "azzurrabili" granata - IL TORO SIAMO NOI
Gli "azzurrabili" granata - IL TORO SIAMO NOI
Gli "azzurrabili" granata - IL TORO SIAMO NOI

Gli “azzurrabili” granata


Sono almeno 7 gli azzurrabili presenti nella formazione del Torino di Walter Mazzarri. Il tecnico del Toro ha schierato il 54% di italiani contro una media del 38% e per chi ancora non se ne fosse accorto, il nuovo Torino ha una chiara matrice italiana. Il Toro aveva già in dote il portiere Salvatore Sirigu, che ora può insidiare Gigio Donnarumma e Mattia Perin nel ruolo di erede di Buffon in Nazionale, aveva già in rosa il centrocampista Daniele Baselli e il centravanti Andrea Belotti e poteva contare anche sull’apporto di Emiliano Moretti che, a 37 anni, continua a sorprendere, e di Lorenzo De Silvestri, esterno tutta fascia sempre affidabile ma grazie al mercato, Walter Mazzarri può contare su tre nuovi italiani che puntano a conquistare una maglia azzurra.

Il Toro ha rinforzato la sua rosa investendo anche e soprattutto sugli italiani: in difesa è arrivato il classe ’92 Armando Izzo, a centrocampo è arrivato Roberto Soriano, mentre in attacco è arrivato Simone Zaza. Nelle prime 3 giornate di campionato, Mazzarri ha disegnato il suo Toro attorno a un blocco italiano: sono stati sempre almeno 6 i giocatori nostrani scesi in campo dall’inizio nelle partite dei granata. Nell’ultima giornata solo Frosinone (8), Parma ed Empoli (7) hanno battuto i granata in questa speciale classifica. Roberto Mancini, che ha denunciato la crisi dei talenti italiani, ha un importante bacino da cui pescare. Piace sempre più l’ItalToro: il Mancio ha visto le sfide dei granata contro Roma e Inter. Non è un caso.