Cairo e Lotito si contendono il Pordenone - IL TORO SIAMO NOI
Cairo e Lotito si contendono il Pordenone - IL TORO SIAMO NOI

Cairo e Lotito si contendono il Pordenone

Urbano Cairo è pronto a comprarsi un club in Serie C? Un’ipotesi clamorosa, avanzata sulle colonne de Il Gazzettino, edizione di Pordenone. perché il club friulano naviga imn acque pessime, anche se sta giocano di playoff contro il Lecco. Ma mercoledì 24 maggio è stata presentata istanza di fallimento per la società guidata dal presidente Mauro Lovisa e così si stanno muovendo i possibili salvatori.

“Intorno al club neroverde si è messa in moto la macchina della politica. Prima di scendere nei particolari, però, bisogna conoscere i soggetti in campo. Il sindaco della città friulana è Alessandro Ciriani, che se in qualità di primo cittadino può fare ben poco per aiutare il presidente Lovisa, può sfruttare però la parentela che lo accomuna con il fratello Luca. Non che quest’ultimo possa salvare il Pordenone, ma Luca Ciriani cura i Rapporti con il Parlamento, dove è seduto, nell’aula del Senato, Claudio Lotito, che avrebbe mostrato interessamento per il fascicolo aperto sulla società”.

Il presidente del Pordenone ha chiesto un aiuto economico di circa sei milioni di euro per ripianare le perdite di bilancio del 2022. Per Lotito l’acquisizione del Pordenone comporterebbe la riformazione della partnership come era accaduto tra Lazio e Salernitana, prima che la squadra campana passasse a Iervolino. Il Gazzettino scrive:

“Un secondo soggetto interessato all’acquisizione del Pordenone potrebbe essere Urbano Cairo, presidente di quel Torino che con la società friulana ha sempre avuto buonissimi rapporti in sede di mercato. In favore del numero uno granata e del colosso editoriale Rcs, ci sarebbe anche una comunione di intenti, per quanto riguarda la politica del calcio presente in Lega, con l’attuale numero uno neroverde Lovisa. Su posizioni opposte, invece, si trova Claudio Lotito. Il presidente della Lazio, infine, ha comunque allacciato i rapporti con ulteriori contatti che potrebbero avvenire a stretto giro di posta, magari, per superare proprio questa piccola barriera che separa i due presidenti e procedere con il salvataggio del Pordenone”.

Scopri di più da IL TORO SIAMO NOI

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading