Il Toro ritrova la vittoria sul difficile campo di Udine - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro ritrova la vittoria sul difficile campo di Udine - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro ritrova la vittoria sul difficile campo di Udine - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro ritrova la vittoria sul difficile campo di Udine - IL TORO SIAMO NOI
Il Toro ritrova la vittoria sul difficile campo di Udine - IL TORO SIAMO NOI

Il Toro ritrova la vittoria sul difficile campo di Udine

Due sorprese tra le fila della squadra bianconera con mister Sottil che preferisce Samardzic a Lovric sulla linea mediana, ma soprattutto viene scelto Success come partner offensivo di Deulofeu, con Beto che parte ancora una volta dalla panchina. Juric risponde con una squadra che ritrova Ricci in mezzo al campo, le uniche novità sono invece in difesa dove Djidji e Rodriguez lasciano il posto a Zima e Buongiorno, al centro confermatissimo l’olandese Schuurs.

Dopo i primi minuti di studio l’Udinese prende in mano il pallino del gioco, ma la prima occasione importante del match è a tinte granata con Miranchuk che lascia partire una conclusione da fuori area, Silvestri non è perfetto e sulla respinta Lukic sparacchia alto da posizione favorevole. Quello era però solamente l’antipasto del gol: al 14′ i granata riescono a superare l’arcigna difesa dell’Udinese con Vlasic che scappa a Samardzic, il numero 16 crossa al centro verso il cuore dell’area bianconera dove trova Miranchuk, l’ex Atalanta controlla e serve intelligentemente Ola Aina che conclude di prima intenzione senza lasciare scampo al portiere friulano. La risposta dell’Udinese arriva allo scoccare del ventesimo con Deulofeu che prova l’azione personale e poi la conclusione, il suo tiro è insidioso ma impreciso e si perde di pochissimo sul fondo.

Al 26′ arriva la rete del pareggio dell’Udinese: errore in fase di costruzione di Zima, Udogie anticipa nettamente Ola Aina e serve al centro Deulofeu che appoggia facilmente in porta. L’Udinese è ringalluzzita dal pareggio ed al 37′ va vicina a ribaltare il match con Bijol che riesce ad incornare su un calcio di punizione velenoso del numero 10 friulano, la deviazione aerea è fin troppo precisa e centra in pieno Milinkovic-Savic.

La prima frazione si chiude senza recupero con le squadre sul punteggio di 1-1 grazie alle reti di Aina e Deulofeu.

La ripresa si apre con gli stessi protagonisti che hanno chiuso il primo tempo. I giocatori aumentano la fisicità in campo a discapito dello spettacolo, il gioco è molto spezzettato e per la prima occasione pericolosa bisogna aspettare almeno il 58′ con un gran bel duetto tra Deulofeu e Success con lo spagnolo che arriva alla conclusione, respinta però Milinkovic-Savic.

Dopo la girandola di cambi la partita si accende improvvisamente con il Torino che va vicino al gol, ma sul prolungamento di Pellegri nessun compagno di squadra riesce ad intervenire con il tempo giusto. Così come nel primo tempo il primo squillo importante del Torino è il preludio al gol: al 69′ lancio di Buongiorno per il neo entrato Radonijc, il numero 49 serve di prima intenzione Pellegri, l’attaccante si libera della marcatura di Bijol ed infila sul primo palo un Silvestri non proprio perfetto.

Nel finale l’Udinese prova il forcing alla ricerca del pareggio, sfiorando più volte la rete con Beto e Nestorovski, mentre il Torino va vicinissimo alla terza rete con Karamoh, ma arrivato a tu per tu con Silvestri si fa ipnotizzare, sull’azione successiva Beto prova di nuovo ad andare in gol, ma Milinkovic-Savic si esalta e devia la conclusione del portoghese. Il punteggio dunque non cambia più ed il Torino si porta a casa i tre punti dopo cinque minuti di recupero.

COMMENTA L'ARTICOLO