Lukic:"Non fu ammutinamento,la maglia del Toro è diversa" - IL TORO SIAMO NOI
Lukic:"Non fu ammutinamento,la maglia del Toro è diversa" - IL TORO SIAMO NOI
Lukic:"Non fu ammutinamento,la maglia del Toro è diversa" - IL TORO SIAMO NOI
Lukic:"Non fu ammutinamento,la maglia del Toro è diversa" - IL TORO SIAMO NOI
Lukic:"Non fu ammutinamento,la maglia del Toro è diversa" - IL TORO SIAMO NOI

Lukic:”Non fu ammutinamento,la maglia del Toro è diversa”

L’ex capitano del Toro Sasa Lukic ha parlato çon La Stampa del suo momento del Toro e del particolare episodio avvenuto in occasione della prima giornata in occasione della partita contro il Monza.

“Non fu ammutinamento, tutti sapevano, Juric per primo: la mattina della partenza per il nostro debutto in campionato a Monza ho parlato con il tecnico al Fila e gli ho detto che non sarei stato me stesso al 100 per cento. ‘Vai a casa…’, la sua risposta… Non si può parlare di ammutinamento, non è corretto: dovevo essere onesto con i compagni e con i tifosi. Quelle erano, per me, ore particolari”.


“Il mio contratto scadrà tra un anno e mezzo e con la società stiamo parlando: la partita è aperta, se saremo tutti felici meglio. Il pomeriggio di Ferragosto mi sono presentato al campo, ho riunito il gruppo chiedendo scusa: da quel momento mi sono detto di dare ancora di più di quello che, di solito, do. Un piccolo messaggio alla gente proprio sul tema del mio futuro: nessuno sarà autorizzato a parlare a nome mio”, ha aggiunto Lukic nella sua intervista.

“I tifosi non mi hanno fischiato alla prima occasione, mi auguro perché hanno capito come sono fatto. Quella del Toro è una maglia speciale, diversa, particolare. E, io, penso da capitano anche se non indosso la fascia”.

Su Juric:”La sua miglior dote è il modo in cui ti parla: diretto, sincero. Non sa fingere e, almeno per me, è meglio avere un allenatore che non giri attorno al problema. In campo sa come valorizzarti. Il mio rammarico è quello di non averlo incontrato prima, magari a vent’anni: sarei cresciuto in fretta e avrei messo le basi per diventare un centrocampista completo con largo anticipo”.

COMMENTA L'ARTICOLO