Buona la prima,Lukic e Radonjic su tutti - IL TORO SIAMO NOI
Buona la prima,Lukic e Radonjic su tutti - IL TORO SIAMO NOI
Buona la prima,Lukic e Radonjic su tutti - IL TORO SIAMO NOI
Buona la prima,Lukic e Radonjic su tutti - IL TORO SIAMO NOI
Buona la prima,Lukic e Radonjic su tutti - IL TORO SIAMO NOI

Buona la prima,Lukic e Radonjic su tutti

Il Torino dimentica le polemiche generate dal litigio Vagnati-Juric con una grande prestazione in Coppa Italia. Vittoria per 3-0 contro il Palermo con un secondo tempo molto convincente in cui spiccano le prestazioni di Sasa Lukic e Nemanja Radonjic, che si è scatenato. La grande novità di formazione è Vanja Milinkovic-Savic con il serbo partito titolare e Berisha in panchina. Ancora presto per sapere se questa sarà la gerarchia definitiva ma nel frattempo va registrato il sorpasso.

La prima vera occasione è del Palermo, che sfrutta un errore in impostazione di Lukic e libera Brunori in area di rigore: il centravanti rosanero prova il destro a giro trovando la pronta risposta di Vanja che mette in angolo. La reazione del Toro è affidata a due buoni spunti di Radonjic e Seck, ma in entrambi i casi la difesa degli ospiti riesce a metterci una pezza. Quindi al 37′ è ancora il trequartista serbo ad accendersi, ma dopo una buona serpentina la conclusione da buona posizione termina alta. L’ultima occasione della prima frazione porta ancora la firma di Radonjic, che libera il sinistro in area ma non inquadra lo specchio con un diagonale mancino. Dopo due minuti di recupero si va dunque all’intervallo sullo 0-0.

In avvio di ripresa ci sono ancora i guanti di Vanja a salvare la porta del Toro, mettendo in angolo un destro a giro di Floriano. La risposta del Toro arriva è affidata ad un sinistro di Lukic, che calcia di prima intenzione dai venticinque metri e porta in vantaggio i granata al 53′. Una conclusione non particolarmente potente ma estremamente precisa quella del serbo, che infila l’angolino basso bagnando con una rete la prima ufficiale da capitano. I granata alzano i giri del motore ed al 58′ trovano anche il raddoppio con Radonjic, ma dopo consulto con il Var il gol viene annullato per una posizione di fuorigioco ritenuta attiva di Sanabria. Una decisione che, in presa diretta, lascia più di qualche perplessità. Ma è solo questione di tempo, perché al 73′ – sempre sull’asse Lukic-Radonjic – arriva il gol del 2-0. Cross dalla destra del capitano, che trova sul secondo palo il colpo di testa vincente del connazionale. Nell’occasione arriva anche il cartellino giallo per Radonjic, che esultando invita l’arbitro ad andare a consultare nuovamente il Var a bordo campo. Al 76′ arrivano i primi cambi di Juric, che inserisce Linetty e Pellegri al posto di Seck e Sanabria ridisegnando il Toro con un 3-4-1-2. Ed il centravanti, al primo pallone della sua partita, fa subito 3-0 depositando in rete un cross basso di Singo”.

Per TMW il migliore è Lukic con 7,5, poi Radonjic con 7: “Le azioni più pericolose del Toro passano sempre dai suoi piedi. Quando si accende, crea scompiglio nell’area avversaria e incide sul punteggio iniziando l’azione del vantaggio e firmando il raddoppio”. Voto 6 per Sanabria e Seck, così come Ricci e la difesa. 6,5 per un attento Milinvkovic-Savic.

COMMENTA L'ARTICOLO