Bruno critica i giocatori di oggi:"Dove sono i campioni?Ogni stop di Belotti finisce a tre metri" - IL TORO SIAMO NOI
Bruno critica i giocatori di oggi:"Dove sono i campioni?Ogni stop di Belotti finisce a tre metri" - IL TORO SIAMO NOI
Bruno critica i giocatori di oggi:"Dove sono i campioni?Ogni stop di Belotti finisce a tre metri" - IL TORO SIAMO NOI
Bruno critica i giocatori di oggi:"Dove sono i campioni?Ogni stop di Belotti finisce a tre metri" - IL TORO SIAMO NOI
Bruno critica i giocatori di oggi:"Dove sono i campioni?Ogni stop di Belotti finisce a tre metri" - IL TORO SIAMO NOI

Bruno critica i giocatori di oggi:”Dove sono i campioni?Ogni stop di Belotti finisce a tre metri”

L’ex difensore di Torino si è espresso in termini molto netti rispetto alla qualità di alcuni calciatori che militano attualmente in Serie A.


Pasquale Bruno ha parlato al Corriere dello Sport. Diversi i temi trattati dall’ex grintoso difensore. “Vlahovic, Chiesa, Dybala, Zaniolo, Lukaku? E questi sarebbero campioni? Non fatemi ridere. E perché non parliamo dei difensori di oggi? Sogno di vedere Bonucci costretto a marcare in campo aperto Maradona o Van Basten, Careca o Aguilera. I veri fenomeni erano quelli di un tempo, di un calcio in cui la serie A dominava il mercato: Vierchowod, Gentile, Francini, Ferrara, Annoni, anche Villa”.

“Mi chiedono spesso di contare quante partite avrei giocato con le nuove regole”. La risposta? “Gli arbitri neanche mi ammonirebbero con gli attaccanti attuali, scarsi come sono. Non gliene darei motivo. Avrei bisogno di anticipare Belotti o Immobile quando ogni stop di Belotti finisce a tre metri? Non sto scherzando. Prima facevo fallo perché era impossibile anticipare Van Basten, Careca, Pato Aguilera, Ruben Sosa, e Maradona manco lo cito. Con la qualità che hanno adesso, figurati… Il calcio di oggi evito di guardarlo, una sofferenza, una tristezza, una noia. Anche la Nazionale l’ho vista poco e quel poco a strappi”.