Sampdoria-Toro: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Sampdoria-Toro: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Sampdoria-Toro: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Sampdoria-Toro: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Sampdoria-Toro: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI

Sampdoria-Toro: la pagella granata

Milinkovic Savic 5,5 – Sbaglia il rinvio e il successivo tentativo di parata sul il non irresistibile tiro di Caputo. Anche peggio nella ripresa con una respinta goffa con le mani direttamente sulla testa di Thorsby.

Zima 6 – Preso in controtempo dal rinvio errato di Milinkovic Savic in occasione del primo gol, non riesce quindi a mettere in offside Caputo. Partecipa molto alla manovra di gioco e non si risparmia sui contrasti aerei.

Bremer 6.5 – Controlla le punte doriane agevolmente, nonostante il gol propiziato dal rinvio impreciso di Savic, che di fatto prende in controtempo l’intero pacchetto difensivo. Sempre sicuro negli interventi e nel guidare la difesa.

Rodriguez 6 – Molto valida la difesa sulle palle alte anche se nel finale si perde Quagliarella rischiando molto. Prestazione nel complesso convincente.

Singo 7 – Costringe Augello a restare bloccato, mettendolo in difficoltà. Colpisce per la seconda volta consecutiva, questa volta con un’imperiosa schiacciata di testa e si fa sempre trovare in proiezione offensiva.

Lukic 6,5 – Preciso nella fase del palleggio breve, ma non sempre lucido quando gli avversari impostano il baricentro alto. Ha tutto il tempo per confezionare l’assist per il gol del 2-1 e a mettere così un contributo importante sulla partita.

Mandragora 6 – Positivo il suo apporto sotto il profilo della quantità e nel secondo tempo il ritmo più alto agevola il controllo del match.

Vojvoda 7 – Spinge con sapienza sfruttando la prestazione grigia di Bereszynski. Impegna Falcone e confeziona il perfetto assist per Singo. Gestisce con tranquillità la ripresa.

Praet 7 – Poche le fiammate dove mostra il suo indubbio repertorio di alta tecnica, prima di salire in cattedra con il perentorio colpo di testa che decide la partita.

Brekalo 6 – Svaria su tutto il fronte d’attacco andando anche a ripiegare fino a centrocampo. Non riesce però a trovare la chiave per spadroneggiare come la settimana scorsa, ma dopo aver sbagliato una conclusione a inizio ripresa è abile nel lanciare Lukic per il gol del 2-1 e a scrollarsi così la ruggine addosso nei minuti successivi prima del cambio.

Sanabria 5 – Un’occasione nel primo tempo dove non riesce ad addomesticare un complicato pallone all’interno dell’area di rigore, insieme poi a tanti altri piccoli errori di gestione del pallone.

Pjaca S.V.

Zaza S.V.

Pobega S.V.