Vagnati:”Nessuna novità sul rinnovo di Belotti”

Da quando è al Torino è sempre stato bersagliato da critiche, da parte della tifoseria, per un mercato non all’ altezza. Il suo contratto è in scadenza in data 30 giugno 2022.

Il presidente Urbano Cairo dovrà decidere se rinnovare il rapporto di collaborazione con l’ex dirigente della Spal, o scegliere un nuovo direttore sportivo. Ci sarebbero tre nomi secondo Tuttosport, per l’eventuale sostitituzione di Vagnati. Tony D’Amico del Verona, molto stimato da mister Ivan Juric, Walter Sabarini ex ds Di: Palermo, Roma e Bologna, e Carlo Osti (attualmente alla Sampdoria), ma in rottura totale con il presidente Massimo Ferrero.

Essersi giocato il derby con la Juventus, praticamente senza attaccanti, eccetto Tony Sanabria ha innervosito mister Ivan Juric, che con la solita grinta che lo contraddistingue ha fatto capire  di essere preoccupato, per una rosa ridotta all’osso appludendo però, la prova dei suoi.

Sabato mancavano: Andrea Belotti, Simone Zaza, Simone Edera e Marko Pjaca. Dennis Praet a centrocampo, Koffi Djidji e Armando Izzo in difesa. Contro il Napoli dopo la sosta contro il Napoli, al “Maradona” dovrebero rientrare capitan Belotti e Zaza, così come Djidji, scontata la squalifica. Juric si è lamentato dei tempi di recupero degli infortunati, giudicati troppo lunghi.

L’augurio del tecnico croato è di recuperare Pjaca e Praet durante la sosta, ma soprattutto di ricevere buone notizie dalla vicenda del rinnovo di contratto proprio di Belotti. Per ora è tutto in stato di stallo, ma il tempo stringe sempre più.

Nel corso di una lunga intervista rilasciata a La Stampa, il Direttore sportivo del Torino, Davide Vagnati, ha parlato anche della scelta di puntare sul tecnico croato Ivan Juric: “Se lo scegli sai di prendere un uomo forte e diretto. Il gruppo si riconosce nell’allenatore, così ai giocatori puoi chiedere di dare anche il 110%. Le parole del tecnico hanno dato una scossa, ma gli affari BrekaloPraet e Zima nascono prima”.

“Sul rinnovo di Belotti non ho novità” la situazione legata all’attuale capitano del Toro.