La contestazione si sposta allo stadio Grande Torino

Alla vigilia del debutto ufficiale, questa sera in Coppa Italia con la Cremonese, del Torino e di Juric alla sua guida, con annessi problemi per il mister dovuti agli infortunati (Ansaldi, Bremer, Verdi, Baselli, Zaza, Kone e Millico), a un mercato che oltre a Pjaca e Berisha e ai giovani Stojkovic e Warming non ha portato ancora i rinforzi che servono (trequartista, difensore centrale e centrocampista) e il caso Belotti da risolvere, anche a Torino è tornata la contestazione pacifica nei confronti del presidente Urbano Cairo. In corso Agnelli all’altezza dello stadio Grande Torno sono apparsi striscioni e i “nanetti” della contestazione, si legge su Tuttosport. Striscioni che recitavano: “16 anni da presidente sempre da perdente”, “Miccichè pensaci te” e “Messi a 90, dirigenza ghost”.