Belgio-Italia: la pagella azzurra

DONNARUMMA 6,5: Una parata spaziale nel primo tempo su De Bruyne per entrare negli highlights del match.

DI LORENZO 5: Grave l’ingenuità in occasione del rigore del 2-1, soffre la velocità e l’esuberanza di Doku e Hazard.

BONUCCI 6: Non è al top, stringe i denti per un problema al ginocchio ma se la cava con esperienza.

CHIELLINI 7: Cerca di contenere Lukaku con fisico e mestiere, fa sentire la sua leadership nei momenti più importanti.

SPINAZZOLA 7,5: Il salvataggio su Lukaku sul 2-1 vale come un goal, spinge con grande generosità e si conferma sempre ‘sul pezzo’. Il suo Europeo finisce tra le lacrime per un problema muscolare alla coscia sinistra. (80′ EMERSON sv)

BARELLA 7: Con Verratti in campo ha più possibilità di sganciarsi in avanti, trova un goal strepitoso con un guizzo da attaccante puro. Ormai è nell’elite dei centrocampisti europei.

JORGINHO 7: La solita, impeccabile lucidità nella gestione del pallone, sbaglia, letteralmente, un solo passaggio in tutta la serata (

VERRATTI 7: Generoso, grintoso, sempre estremamente intelligente dal punto di vista tattico. Il goal dell’1-0 porta anche la sua firma, con quel recupero palla a ridosso dell’area di rigore avversaria.(74′ CRISTANTE 6: Aggiunge fisicità al reparto nei minuti da passare in trincea)

CHIESA 6,5: Parte forte ma cala un po’ alla distanza, la sua velocità e le sue ‘fiammate’ restano un’arma importantissima per l’Italia di Mancini. (91′ TOLOI sv)

IMMOBILE 5: Serata decisamente da dimenticare per il bomber della Lazio, che sbaglia troppi palloni e si intestardisce alla ricerca di un goal che non arriva. (74′ BELOTTI 6: Pressa tutti e cerca di dare una mano soprattutto in fase difensiva)

INSIGNE 7: Risponde a qualche critica con il suo trademark, il tiro a giro, dipingendo una traiettoria da artista del pallone. (80′ BERARDI sv)