Cairo chiude la polemica con Immobile:”Ho affetto per Ciro,ma in area non buttarti!”

“Quella di ieri era una partita con livelli di tensione molto molto alti, come s’è visto, e per noi era molto importante. Per me il fatto che si giochi con il sangue agli occhi va benissimo, fa parte dell’agonismo: si fa così, e la Lazio ha onorato il campionato. Ma non è leale buttarsi per cercare un rigore quando non c’è, questo non si fa”. Lo ha detto il presidente del Torino Urbano Cairo, all’Adnkronos. “Ho avuto Immobile come giocatore, gli ero e gli sono molto affezionato, per me è un pupillo e l’ho sempre portato in palmo di mano. Per me finisce qui, farò il tifo per Immobile agli Europei, gli auguro di segnare tanti gol e il meglio per lui e la sua famiglia”.

‘Complimenti per la salvezza? Mi fanno piacere, mi sarebbe piaciuto riceverli per qualcosa di più importante, eravamo abituati a fare cose diverse nelle ultime stagioni. 14 punti nel girone di andata sono troppo pochi. Nicola ha fatto una bella rincorsa’

‘Non so cosa non abbia funzionato col Milan. La stagione è stata anche complicata dal Covid, abbiamo avuto tanti positivi, abbiamo beccato record di pali e anche record di Covid’.

 ‘La squadra del futuro? Ora non voglio fare proclami, meglio lavorare sotto traccia e fare le giuste scelte per il futuro con cambiamenti e innesti. Poi ricominceremo con energia, lo merita chi lavora al Toro e tifosi che ci sostengono sempre’.

Vagnati sta già parlando col procuratore di Belotti, ora devo farlo anche io. Dobbiamo guardarci negli occhi e capire cosa vogliamo fare. Con Nicola parlerò dopo la partita di domenica con il Benevento. Finiamo il campionato e poi parleremo con calma anche con lui’.