Niente riscatto per Ola Aina, anche Segre torna alla base

Il Fulham retrocede nuovamente dopo un solo anno di permanenza. Il ko interno contro il Burnley rende la distanza dalla coppia Southampton-Brighton incolmabile: 10 punti a tre giornate dalla fine. Già nella stagione 2018-19 la squadra era retrocessa appena salita, salvo poi riprendersi immediatamente la Premier League. Rispetto a due stagioni fa la campagna acquisti è stata decisamente meno dispendiosa, tuttavia si è chiusa con un passivo di oltre 37 milioni per i cartellini di giocatori come Knockaert, Reed, Kongolo, Tete. Vecchie conoscenze del calcio italiano sono arrivate in prestito, come Lemina (ex Juve, attualmente di proprietà del Southampton), Joachim Andersen, arrivato dal Lione dove ha faticato dopo la positiva esperienza alla Samp. E Ola Aina, il cui riscatto a 12.5 milioni difficilmente verrà esercitato con la retrocessione in Championship.

Jacopo Segre torna al Toro,giocatore di qualità e quantità, ventiquattrenne su cui i granata contavano molto per via della crescita costante durante la sua carriera fino ad esordire positivamente con la maglia del Torino e che in questa stagione è stato ceduto a gennaio in prestito alla Spal, con obbligo di riscatto al verificarsi di determinate condizioni. Obbligo che sarebbe scattato automaticamente in caso di promozione dei ferraresi, che non si è concretizzata (così come neppure l’accesso ai play off), facendo sfumare un introito sul cartellino di due milioni e mezzo di euro precedentemente pattuiti proprio per il suo riscatto. Non è detto, comunque, che Segre rimanga sotto la Mole, ma dopo essersi meritato la conferma con Giampaolo, probabilmente è anche giusto che abbia la possibilità, con l’inizio della nuova stagione, di provare a mettere in difficoltà il tecnico nelle sue scelte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.