Troppo Napoli per il Toro,contro il Parma senza due titolari

Nicola ritrova Sirigu dal primo minuto e conferma la coppia Sanabria-Belotti in attacco; Gattuso sceglie Rrahmani in difesa e Osimhen in attacco. Prima chance per i granata con Verdi che da fuori area chiama Meret ad un intervento semplice. La replica del Napoli arriva al 10′ con Di Lorenzo che mette in mezzo per Osimhen il cui tiro colpisce l’esterno della rete. Un minuto dopo arriva il vantaggio degli ospiti: conclusione da fuori area di Bakayoko che buca Sirigu per lo 0-1. Subito dopo arriva il raddoppio: Nkolou perde maldestramente palla, Osimhen si invola verso la porta e rende vano il rientro di Bremer battendo ancora Sirigu. L’uno-due ha delle ovvie ripercussioni sul Torino che fatica a riorganizzarsi mentre il Napoli controlla la situazione senza troppa fatica. E anzi sfiora più volte il terzo gol con Osimhen, Politano e Rrahmani. I granata tentano di allontanarsi dalle corde e per qualche minuto si piazzano nella metà campo avversaria e hanno una grande occasione con… Di Lorenzo che sugli sviluppi di un angolo indirizza la palla verso la propria porta: provvidenziale salvataggio di Osimhen. Al 39′ arriva il palo di Zielinski a ribadire la superiorità partenopea. 

Nessun cambio nell’intervallo sia da una parte sia dall’altra. Prima occasione per il Torino con Ansaldi che si presenta in area e tira forte ma trova il piede di Meret a dirgli di no. Subito dopo è Mandragora che da solo in area non riesce a dare forza al colpo di testa. Risponde il Napoli con Osimhen che, imbeccato da Demme, trova reattivo Sirigu. I primi cambi di Nicola sono Buongiorno e Linetty per Nkoulou e Verdi; Gattuso risponde con Mertens e Lozano per Zielinski e Politano. Al 60′ altro palo per il Napoli, questa volta colpito da Insigne con il suo classico destro a giro. I padroni di casa danno l’impressione di aver esaurito presto la spinta propulsiva di inizio ripresa e allora Nicola butta nella mischia anche Bonazzoli e Zaza al posto di Singo e Belotti. Ma effetti positivi non ce ne sono, anzi è sempre il Napoli a rendersi pericoloso con Sirigu che deve dire no a Lozano. All’86’ Mandragora si becca il secondo giallo per proteste e viene espulso. È l’ultima annotazione di cronaca del match.

Nella partita decisiva con il Parma dovrà fare a meno degli squalificati Mandragora e Verdi.

COMMENTA L'ARTICOLO