RCS: cala la retribuzione del presidente Cairo

Cala la retribuzione del presidente e amministratore delegato di Rcs, Urbano Cairo, nel 2020. Al numero uno del gruppo editoriale, infatti, andranno in tutto 2,19 milioni di euro, bonus e incentivi inclusi, contro i 2,5 milioni dell’anno precedente.

Il dato emerge nella Relazione sulla politica in materia di remunerazione della societa’ editoriale. Inizialmente, rispetto al 2020 il cda aveva stabilito per Cairo, nel doppio ruolo di a.d. e presidente, una componente fissa annua lorda pari a 1,5 milioni di euro. Ma vista ‘l’emergenza sanitaria che ha caratterizzato l’esercizio 2020′, lo stesso Cairo ha successivamente proposto alla societa’ una riduzione del proprio compenso fisso di 500mila euro (scendendo quindi a 1 milione).

Infine il board, nella riunione dello scorso 18 marzo, “sulla base della misura del raggiungimento degli obiettivi stabiliti”, ha deciso di consuntivare la componente variabile per l’esercizio 2020 in 1,19 milioni, che portano il totale per Cairo a 2,19 milioni di euro (la parte variabile sara’ erogata a seguito dell’approvazione dell’assemblea dei soci del bilancio 2020).

Fonte Radiocor

COMMENTA L'ARTICOLO