Belotti-Sanabria,la nuova coppia d’attacco per far sperare il Toro

Arnaldo Antonio Sanabria nasce a San Lorenzo, Paraguay nel 1996. Attaccante rapido, che ama sostare a ridosso della linea difensiva, il classico uomo tra le linee. Comincia presto la sua carriere in patria. Poi il passaggio al Barcellona B dove non esprime tutte le sue potenzialità, al punto da arrivare ancora giovanissimo prima al Sassuolo e poi alla Roma. Rapporto speciale quello di Sanabria con l’Italia. Nelle due società non sfonda e dunque, alla fine, prova l’esperienza altrove.

Va in Spagna, al Gijon e poi al Betis Siviglia, dove per la prima volta, forse mette in mostra quelle che sono le sue reali potenzialità. Gioca molto, si esprime a livelli anche abbastanza alti ed inizia ad andare in rete con regolarità. Nel 2019 ancora un ritorno in Italia, lo prende il Genoa, dove però non fa bene del tutto, nove gol in quasi quaranta partite. Ritorna al Betis dove però non gioca tantissimo. Poi l’ennesimo ritorno in Italia, è l’ora del Torino.

L’esperienza al Genoa di qualche anno fa, ha sicuramente dato al calciatore, quei codici necessari per entrare pienamente nelle logiche del nostro campionato. Non fece male Sanabria con il Grifone, ma forse era il momento sbagliato, qualche gol, qualche lampo, poi nient’atro ed il ritorno in Spagna. A gennaio l’arrivo a Torino, lo stop quasi immediato per Covid, il recupero, l’isolamento, momenti difficili, ancora, e poi finalmente in campo.

Il prato verde ha subito mostrato all’Italia di che pasta è fatto il ragazzo; due presenze, con Crotone e Inter, e due gol, il primo da manuale del calcio. Ha tanta voglia di mostrarsi Sanabria, ed il Torino, che ha fortemente puntato su di lui, ha altrettanta voglia di scoprire un nuovo talento e di affidarsi ad esso, anche magari, in vista di una possibile partenza di Andrea Belotti. Il futuro però è oggi, ed il Toro ha bisogno di certezze nell’immediato. Sanabria, recupera, fa gol e diverte; le premesse, insomma, ci sono tutte.

Il Covid ne ha messo fuori uso prima uno e poi l’altro, ma adesso Antonio Sanabria e Andrea Belotti sono a disposizione. Un’attesa lunga più di un mese e mezzo, tra l’arrivo del paraguayano da positivo sotto la Mole e poi il contagio del Gallo, così i due attaccanti non hanno potuto lavorare insieme con continuità.

Ora Davide Nicola ha cominciato gli esperimenti al Filadelfia, è questa la coppia che ha in mente fin da quando aveva indicato il profilo del classe 1996: secondo il tecnico granata, infatti, Sanabria e Belotti possono completarsi al meglio. Lavorerebbero uno per l’altro, oltre a togliersi a vicenda almeno una marcatura avversaria, e il Toro potrebbe finalmente tornare in acque tranquille in chiave salvezza. E oggi pomeriggio, dopo la staffetta nel finale di gara contro l’Inter, giocheranno insieme.

COMMENTA L'ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.