Toro-Inter: la pagella granata

Sirigu 6 – Balbetta un po’ coi piedi, nel secondo tempo – proprio coi piedi – compie un gran intervento sul rigore in movimento di Hakimi tenendo aperto il match.Qualcosa in più sul gol di Martinez si poteva fare.

Izzo 5 – Rovina la sua prestazione con il fallo, ingenuo, da rigore su Lautaro. Che poi si perde sull’1-2 finale.

Lyanco 6 – Chiusura decisiva su Lukaku a inizio gara, poi si mangia il gol del possibile vantaggio. Un po’ sfortunato.

Bremer 7 – Come Djimsiti sei giorni fa, neutralizza Lukaku e quindi il settanta per cento almeno dell’Inter.

Vojvoda 6 – Niente di trascendentale, ma contiene bene Perisic.

Lukic 6 – Sempre attento, supporta Vojvoda non dando sbocchi dalle sue parti riuscendo a limitare Bastoni.

Mandragora 6 – Prezioso quando il Torino deve ripartire.

– A sprazzi soffre Barella e manca un po’ in continuità, ma è utile nell’aiutare Murru su Hakimi. Out per infortunio. (Dal 49′ Linetty 6 – Prova di sostanza).

Murru 6 – Concentrazione massima che alla fine paga. Hakimi frenato. (Dal 67′ Ansaldi – Alza la qualità del gioco).

Verdi 5,5 – Utile in marcatura su Brozovic, non riesce a entrare pienamente in partita, perlomeno come si attendeva Nicola. (67′ Zaza SV)

Sanabria 7,5 – Fondamentale con la sua tecnica, spalle e non solo alla porta, nel far ripartire la squadra. Dimostra di aver il killer instinct segnando la rete dell’illusorio 1-1.(88′ Belotti SV)

All.Nicola 6,5 – Nonostante le avversità, il suo è un Torino vivo. Chiude gli spazi limitando gli uomini migliori dei nerazzurri, riuscendo pure a ripartire. Alla fine ha la peggio perché la qualità maggiore è in mano a Conte.

COMMENTA L'ARTICOLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.