Oltre i giocatori e lo staff,contagiati anche i familiari

L’ufficialità è attesa nelle prossime ore, tra oggi e domani. Ma secondo La Gazzetta dello Sport, ormai è certo che la sfida tra Torino e Sassuolo di venerdì sera non si giocherà e verrà rinviata. Il motivo naturalmente sono i casi di Covid-19 nel focolaio emerso in casa Torino. Di conseguenza, la richiesta sarà di rimandare la partita.

COSA SUCCEDE – Qui il dettaglio di quanto spiega La Gazzetta: “Torino-Sassuolo in programma venerdì alle 20.45 allo stadio Olimpico Grande Torino non si giocherà. Il rinvio di questa partita, in calendario per la ventiquattresima giornata della Serie A, sarà solo il primo effetto a catena sul campionato del cluster da Covid-19 riscontrato ieri mattina al Torino, l’Asl ha poi nel pomeriggio disposto l’isolamento domiciliare per sette giorni, a partire da ieri, per tutti i componenti del gruppo squadra granata”.

ANCHE CON LA LAZIO – Non finisce qui, perché La Gazzetta assicura che può saltare anche la sfida Lazio-Torino di martedì, in pieno turno infrasettimanale: “A fortissimo rischio anche la successiva sfida di campionato, tra Lazio e Toro, prevista martedì 2 marzo alle ore 18.30, quindi solo poche ore dopo la fine dell’isolamento. Per di più la partita sarebbe all’Olimpico di Roma, in trasferta, altra complicazione pericolosa. Al momento sono sei i calciatori granata positivi (il virus ha contagiato anche le famiglie di alcuni di loro), il tampone di un settimo ha dato esito incerto, a loro si aggiungono due professionisti dello staff”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: