“Escluse le sconfitte a tavolino per la Lazio”

Dopo l’arrivo dei deferimenti decisi dal procuratore Chinè la Lazio prepara la sua linea difensiva in vista del dibattimento. Come rivelato dall’avvocato Gian Michele Gentile il club partirà dalla “carenza di giurisdizione sportiva della Figc e i suoi organi” rispetto a fatti connessi a una competizione UEFA (le positività sono state rilevate prima delle gare di Champions).

ALLENAMENTO PRE ZENIT  

Petr quanto riguarda l’allenamento di ImmobileLeiva Strakosha del 2 novembre la linea è chiara: la difesa sostiene, con testimonianze a supporto, che al dottor Rodia (Medical Laison Officer della Lazio) da Synlab la comunicazione delle tre positività sia arrivata alle 10.49, mentre l’allenamento si è concluso alle 10.30.

IMMOBILE A TORINO

 Anche sull’impiego di Immobile Torino la Lazio è molto tranquilla. I biancocelesti hanno avuto il via libera dalla Asl Rm 1, una volta comunicata dal dottor Pulcini la negatività di Ciro ai tamponi svolti il 30 e il 31 ottobre. Il tutto è confermato dal direttore della stessa Asl.

PENALIZZAZIONI 

La Procura di Avellino è pronta a chiedere (da regolamento) almeno quattro punti di penalità, sui quali sarà chiamato a decidere entro circa un mese il giudice Mastrocola. Sono esclusi invece i 3-0 a tavolino contro Torino e Juventus, con il club granata e quello bianconero che non vogliono essere ammessi come parte civile nel processo.

COMMENTA L'ARTICOLO