La contestazione a Cairo continua

“Quindici anni di promesse, nessuna mantenuta, vali quanto una kriptovaluta“, scrivono i sostenitori granata.

Prima di Torino-Genoa, la gara che apre il sabato di Serie A, contestazione dei tifosi granata contro Cairo. Diversi gli striscioni fuori dallo stadio Grande Torino nel pre-gara: “Non contestiamo il Toro ma una società senza decoro” e “La tua massima aspirazione evitare la retrocessione”, alcune delle frasi scritte dai tifosi.

Ma non solo: “Quindici anni di promesse, nessuna mantenuta, vali quanto una kriptovaluta“, “1906-2005 anni di storia, 2005-2020 anni di nulla”, oltre a “Cairo vattene“ e un riferimento al Robaldo, il centro sportivo per le giovanili, ancora però in fase di stallo: “Se l’ortica fosse oro, il Robaldo che tesoro“.

La più bella è:”Segna per noi Blackstone” in riferimento alla causa che vede contrapporsi il Presidente Cairo e il fondo americano,a maggio la sentenza.

2 comments on “La contestazione a Cairo continua
  1. Roberto ha detto:

    sostegno al presidente Cairo, sostegno a un privato che ha trovato ostacoli di ogni tipo e che paga un evento non indifferente (patteggiamento a Tangentopoli) e che i SERVI della Casta collettivista non capiranno MAI.

  2. ROBERTO ha detto:

    Battersi per un calcio diverso, senza conflitti di interesse è onore e dovere per ogni tifoso onesto.
    Gli altri solo capaci a contestare in un’epoca moderna di conformismo.
    L’origine di tutto è lo Stato corrotto.

COMMENTA L'ARTICOLO