Benevento-Toro: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Benevento-Toro: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Benevento-Toro: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Benevento-Toro: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Benevento-Toro: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI

Benevento-Toro: la pagella granata

Sirigu 5: ha la grande colpa dell’uscita sbagliata che permette al Benevento di beneficiare del rigore che porterà al vantaggio con un’uscita troppo irruenta su una palla che ormai era stata persa da Lapadula. Non esente da colpe nemmeno sul raddoppio, in ritardo sul tiro sempre di Lapadula.

Izzo 6: prende un brutto colpo ad inizio partita e gioca col turbante e sanguinante per tutto il primo tempo, senza mai tirarsi indietro nemmeno sulle palle alte. È un vero guerriero però deve lasciare il campo all’intervallo.

dal 46′ Buongiorno 5,5: è lui che perde la marcatura su Lapadula in occasione del raddoppio del Benevento. Poi è poco impensierito perchè il Torino spinge maggiormente per cercare di recuperare la partita.

Lyanco 5,5: perde Lapadula sull’invenzione di Viola che porta al rigore. Per il resto gioca ottimamente da centrale della linea difensiva a tre, e non si tira nemmeno indietro quando è il momento di giocare duri.

Rodriguez 5,5: prima volta nei tre di difesa per lo svizzero che è un’ottima scelta quando si tratta di impostare viste le sue buone qualità tecniche. Però in copertura ha la colpa di perdere Lapadula – insieme a Lyanco – che poi trova il rigore.

dall’82’ Gojak sv

Singo 7: come sempre sulla destra riesce a mettere sotto l’avversario di turno che non ce la fa a tenerlo a bada, soprattutto quando l’azione prende velocità. È autore dell’assist sul gol di Zaza e un suo tiro potente finisce di poco al lato. Recupera la palla decisiva per la rete del definitivo 2-2.

Lukic 5,5: costretto ad una partita ruvida dai due centrocampisti del Benevento che non gli permettono di giocare di tecnica, cosa che gli piace fare molto.

dal 74′ Verdi 6: da vitalità all’attacco granata per il finale nel quale si cerca di riacciuffare un prezioso pareggio che fa soprattutto morale.

Rincon 6: molto meglio rispetto alle ultime uscite, infatti da play basso riesce ad esprimere tutte le sue qualità di incontrista puro. Lotta su tutti i palloni però al momento dello scarico non ha assistenza ed è spesso costretto ad effettuare lanci lunghi verso Belotti.

Linetty 5,5: quasi un corpo estraneo rispetto al resto della squadra per colpa soprattutto di Ionita e Hetemaj che lo portano sul piano della lotta.

dal 69′ Baselli 6: difficile partita per lui che è ancora alla ricerca del ritmo partita dopo essere stato a lungo fuori a causa di un brutto infortunio,sufficienza per incoraggiarlo.

Ansaldi 6: sulla fascia sinistra si annullano a vicenda con Improta che però ha prettamente il compito di limitare le sortite offensive del granata.

Belotti 6,5: come sempre riesce a fare reparto da solo, lottando su tutte le palle che gli capitano vicine e incassando anche una marea di falli. Nonostante tutto questo sono imprecise le sue conclusioni verso la porta avversaria. È però autore dello splendido assist del 2-2 finale.

Zaza 7,5: va in difficoltà nel primo tempo contro i difensori sanniti che addirittura lo fanno innervosire e comincia a fare falli incassando anche un giallo. Però appena ha un po’ di spazio punisce gli avversari e riacciuffa la partita nel finale con la prima doppietta stagionale.

All. Nicola 7: ottimo esordio per il nuovo tecnico del Torino che dopo soli tre giorni dal suo arrivo porta a casa un punto prezioso soprattutto per quanto riguarda l’aspetto morale. Cominciare con un pareggio acciuffato in questo modo è un’ottima spinta per fare meglio già dall’immediato e arrivare alla salvezza anche con qualche partita di anticipo.