Toro-Bologna: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Toro-Bologna: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Toro-Bologna: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Toro-Bologna: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI
Toro-Bologna: la pagella granata - IL TORO SIAMO NOI

Toro-Bologna: la pagella granata

Milinkovic-Savic 5,5– Preferito ancora a Sirigu, risponde con una prova di sicurezza con interventi di ordinaria amministrazione,il pallone del gol gli passa però sotto le gambe

Izzo 6 – Torna da titolare per la seconda volta in stagione, disputando una gara attenta e precisa da terzino destro nonostante un avversario scomodo come Barrow.

Vojvoda sv.

Lyanco 6 – Sente la fiducia del proprio allenatore e dimostra di essere in buona condizione lottando su tutti i palloni che transitano dalle sue parti.

Bremer 5,5 – Macchia una buona prestazione, con l’errore di posizione nell’azione del pareggio bolognese, con Soriano colpevolmente libero di colpire a rete.

Rodriguez 6 – Da terzino ha meno responsabilità difensive e maggiori libertà di sganciarsi sulla corsia per provare a supportare la squadra con i suoi cross.

Gojak 5,5 – Molto sollecitato da Giampaolo, fatica a trovare la posizione giusta per incidere nel match e dare l’apporto qualitativo richiesto dal suo tecnico.

Meitè 5,5 – Entra a metà ripresa per dare maggiore sostanza e freschezza alla mediana,incide poco però.

Rincon 6 – Tanta grinta e tanto carattere, non ha le doti da regista ma ci mette tutta la volontà per provare a dare ordine al centrocampo granata.

Linetty 6 – Non ruba l’occhio per le doti qualitative, ma è sempre prezioso nel recuperare palla e si rivela decisivo nel finale con una chiusura in area di rigore.

Lukic 5 – Partita di poche luci e tante, troppe ombre. Il trequartista granata non entra praticamente mai in partita e la manovra offensiva del Torino ne risente.

Bonazzoli 6 – Poco meno di mezz’ora in cui mostra un’ottima intesa con Belotti, e i movimenti giusti per sfruttare gli spazi. Costretto ad abbandonare il campo per un problema muscolare.

Verdi 7 – Ottimo impatto sul match. Entra con tanta voglia e aiuta la squadra in entrambe le fasi. Trova anche il goal su punizione, con la complicità di Da Costa.

Belotti 6,5 – Il Gallo nel giorno del suo compleanno non riesce a regalarsi la gioia del goal, ma gioca con grande caparbietà facendo reparto da solo contro la difesa felsinea.