Antitrust, clausole vessatorie sui biglietti

Nove squadre di Serie A sono finite sotto la lente d’ingrandimento dell’Autorità garante della concorrenza sul mercato, per l’esistenza di clausole vessatorie nell’acquisto dell’abbonamento annuale e del biglietto per la singola partita.

Secondo l’Antitrust non verrebbero riconosciuti alcuni diritti dei consumatori, tra i quali quello a chiedere rimborsi. Le squadre interessate sono l’Atalanta, il Cagliari, l’Inter, il Milan, la Juventus, la Roma e l’Udinese ed il Genoa.

In particolare, spiega l’Autorità, non sono riconosciuti i diritti dei consumatori a ottenere il rimborso di parte dell’abbonamento o del singolo titolo di accesso in caso di chiusura dello stadio o di parte dello stesso; ottenere il rimborso del titolo di accesso per la singola gara in caso di rinvio dell’evento causato sia da fatti imputabili alla società, sia da circostanze che prescindono dalla responsabilità di quest’ultima; essere risarciti del danno qualora questi eventi siano direttamente imputabili alla società.

L’Antitrust ha disposto che venga pubblicato un estratto dei provvedimenti sulla homepage dei siti web delle nove società per 30 giorni consecutivi.

COMMENTA L'ARTICOLO