Cosa succede con Genoa-Toro?La situazione in Italia non è ancora normata - IL TORO SIAMO NOI
Cosa succede con Genoa-Toro?La situazione in Italia non è ancora normata - IL TORO SIAMO NOI
Cosa succede con Genoa-Toro?La situazione in Italia non è ancora normata - IL TORO SIAMO NOI
Cosa succede con Genoa-Toro?La situazione in Italia non è ancora normata - IL TORO SIAMO NOI
Cosa succede con Genoa-Toro?La situazione in Italia non è ancora normata - IL TORO SIAMO NOI

Cosa succede con Genoa-Toro?La situazione in Italia non è ancora normata

La positività al Covid di 14 tesserati del Genoa scuote il calcio italiano. Il prossimo impegno dei rossoblu, sabato a Marassi contro il Torino, è a rischio? Va detto che mentre l’Uefa ha stabilito un tetto di 13 calciatori contagiati per portare al rinvio (non alla sconfitta a tavolino) di una partita di Coppa, in Italia invece non è stato ancora fissato un limite, quindi al momento – in assenza di una normativa precisa – Genoa e Torino sabato alle 18 si dovrebbero giocare regolarmente.

A meno che nei prossimi giorni la Lega di Serie A non decida diversamente. Il match in quel caso verrebbe spostato in infrasettimanale con impegni europei. E dovrebbe essere il Torino ad appellarsi chiedendo di giocare comunque sabato.

Consultato da Il Secolo XIX, il diesse del parma Daniele Faggiano è stato chiaro sulla partita di sabato contro il Torino: “Penso che alla fine chiederemo il rinvio di questa gara, non possiamo allenarci”. Ad onor del vero, anche il Torino non ha potuto allenarsi con regolarità durante il cortissimo precampionato, saltando anche un’importante amichevole di preparazione contro la Sampdoria, che avrebbe fornito maggiori dettagli e permesso esperimenti aggiuntivi al tecnico Marco Giampaolo in vista dell’esordio ufficiale in campionato.

Flavio Ricciardella, direttore generale del Genoa, ha parlato ai microfoni di Sky Sport della situazione che sta attraversando la società rossoblu dopo la scoperta dei 14 casi di positività al coronavirus: “I giocatori sono per la maggior parte asintomatici, solo alcuni hanno leggeri sintomi. Se siamo rimasti sorpresi da questi numeri? Non sono un medico, non parlo di numeri. Quello che posso dire è che da inizio emergenza abbiamo applicato tutte le linee guida del protocollo e per la prima volta ci troviamo di fronte a dei contagi. Dico con certezza che quelli saliti sull’aereo per Napoli erano tutti risultati negativi ai tamponi. Abbiamo ritardato la partenza proprio per quel motivo”.

“Fare una richiesta formale per il rinvio di Genoa-Torino? Non abbiamo fatto nessuna richiesta, ma ci aspettiamo una decisione coerente nell’interesse di tutti. Oggi non possiamo allenarci, probabilmente non potremo farlo neanche nei prossimi giorni. È chiaro che affrontare una partita in queste condizioni mi sembra particolarmente difficile, però aspettiamo quello che deciderà la Lega”.