Sky,Cairo:”Non incontro nessuno,non vendo”

L’ultima partita a Bologna e poi inizierà il futuro del Torino, che dovrà cancellare una stagione piena di errori, delusioni e rimpianti. Molti giocatori saluteranno (Izzo, Nkoulou, De Silvestri tra questi) e la squadra sarà rifondata, a cominciare dal cambio in panchina. Longo ha completato la missione salvezza meritandosi la gratitudine del club, ma i piani tecnici di Urbano Cairo e Davide Vagnati puntano a un cambiamento radicale con l’obiettivo di convincere Marco Giampaolo a pianificare la nuova stagione. Dovrà essere l’anno del riscatto.

E’ tornato a parlare, come già tante volte in questo periodo e a distanza di mesi dalle prime voci. Urbano Cairo non vuole cedere il Torino. O così, almeno, pare. Ennesima smentita da parte del patron granata in merito all’interessamento di un advisor torinese che rappresenterebbe una cordata di imprenditori. Anzi, più che smentita sull’interessamento, è un ennesimo rifiuto a trattare. E Cairo lo fa capire apertamente in esclusiva a Sky Sport. “Non ho intenzione di vendere il Torino. Non incontrerò nessuno. Ribadisco che la società non è in vendita. Stiamo lavorando per il futuro”.

A prescindere dall’effettivo interesse di qualsivoglia imprenditore, dunque, il numero uno del club piemontese non è intenzionato ad incontrare nessuno. Vuole restare in sella alla società ed ha ancora fame di obiettivi, come dimostra la sua voglia di guardare avanti, al futuro. E’ l’effettiva realtà, visto che più volte di recente qualcuno si è fatto avanti, concretamente o meno, trovandosi davanti un muro, oppure è tutto un bluff del Presidente del Torino che starebbe soltanto giocando al rialzo?

Sfiducia, amarezza, contestazioni (civili) alla società. L’ambiente granata si interroga sul futuro. Cairo rilancia: “Non ho intenzione di vendere il Torino” dice a Sky Sport. Cadrà nel vuoto la richiesta pubblica di un incontro da parte di un advisor torinese, che rappresenterebbe una cordata di imprenditori interessata al club. Oltretutto le modalità e i contorni nebulosi della vicenda suscitano molte perplessità e sono ritenuti poco consoni (come annunciare in una conferenza stampa di volere acquistare la società senza aver contattato prima il presidente): “Non incontrerò nessuno. Ribadisco che la società non è in vendita.  Stiamo lavorando per il futuro” dice Cairo. Dalla conferma di Belotti all’obiettivo Giampaolo: il nuovo Toro dovrà ripartire da qui. 

COMMENTA L'ARTICOLO