Ziliani:"Il calcio ha le pezze al culo,sarà corsa a vendere" - IL TORO SIAMO NOI
Ziliani:"Il calcio ha le pezze al culo,sarà corsa a vendere" - IL TORO SIAMO NOI
Ziliani:"Il calcio ha le pezze al culo,sarà corsa a vendere" - IL TORO SIAMO NOI
Ziliani:"Il calcio ha le pezze al culo,sarà corsa a vendere" - IL TORO SIAMO NOI
Ziliani:"Il calcio ha le pezze al culo,sarà corsa a vendere" - IL TORO SIAMO NOI

Ziliani:”Il calcio ha le pezze al culo,sarà corsa a vendere”

Sul Fatto. «I 58 milioni dell’Inter per Icardi sono oro colato. I club sono alla canna del gas. Venderanno anche a metà prezzo per liberarsi di stipendi folli. Il bilancio Juve è drammatico.

Sul Fatto Quotidiano Paolo Ziliani risponde ad una lettera in cui gli si chiede un parere sul mercato post Covid-19 partendo dalla cessione di Icardi al Psg, da parte dell’Inter, a metà prezzo.

Ziliani considera i 58 milioni incassati dall’Inter “un vero affare”, “oro colato”.

“di questi tempi non sarà facile per nessuno portare a casa cifre del genere”.

Il fatto è, spiega, che il calcio italiano era pieno di debiti già prima della pandemia. Figuriamoci adesso.

Il calcio italiano, che già aveva le pezze al culo prima del Coronavirus (2,5 miliardi di debiti a fronte di un fatturato inferiore a quello di Spagna e Germania e ridicolo se paragonato a quello dell’Inghilterra; per non parlare del trucco delle plusvalenze, 720 milioni da noi, quasi il doppio della Premier League che pure fattura 5,9 miliardi), oggi è alla canna del gas. La Juventus, gravata da stipendi insostenibili come quelli di CR7, De Ligt e Higuain, ha dovuto posticipare alla stagione prossima la corresponsione di 2,5 mensilità ai calciatori, tagliando loro una mensilità e mezzo nella stagione in corso, per poter presentare a fine giugno un bilancio drammatico, sì, ma non esiziale”.

Ecco perché il mercato post Covid-19, in Italia, conclude,

sarà la corsa a chi vende meglio. Anche a zero a patto di trovare club disposti a farsi carico di stipendi folli come quello, restando alla Juve, corrisposto a un calciatore mediocre come Rabiot“.

L’affare sarà vendere un giocatore a metà prezzo per togliersi “dal gobbone il suo non più sostenibile ingaggio”.