Le Curve unite contro Urbano Cairo


La rabbia monta contro la società,contro Urbano Cairo. Una partita che poteva rappresentare un giorno di festa – anche per il rientro dal primo minuto del bomber Belotti dopo quasi un mese – e che invece, secondo le previsioni, sarà il manifesto della rabbia del popolo granata.

Tutti contro il presidente del club, Urbano Cairo, a causa di un’altra stagione cominciata zoppa; ma che adesso protesta pure per le gestione dei biglietti della curva Primavera da parte della Questura e dello stesso club. Cioè, il settore da sempre occupato dalle famiglie, ma che da qualche partita è diventato teatro di scaramucce tra tifosi di casa e ospiti (in occasione delle sfide contro Napoli e Inter). Sono arrivati 75 provvedimenti di Daspo contro i rappresentanti del gruppo ultrà Torino Hooligans, ma è venuta a galla anche un’altra verità: in quella curva da tempo si vendono ingressi per i supporter di entrambe le squadre, esperimento condannato fermamente con un comunicato dall’Unione del club granata.

Già domenica scorsa i tifosi del Toro sono rimasti fuori dallo stadio Bentegodi per 45’ in occasione del match contro il Verona. E adesso pensano ad un segnale ancora più forte e clamoroso: disertare entrambe le curve, quindi anche la Maratona, provando a coinvolgere anche gli altri settori dello stadio.

In questo contesto di tensione, il Torino Fc ha festeggiato il suo Natale a Villa Sassi con una cena in tono minore riservata alla squadra, ai dirigenti e allo staff tecnico. Nessuna televisione presente e divieto assoluto ai calciatori di divulgare foto sui social. Un modo per restare concentrati solo sul risultato sportivo: sabato occorre vincere anche per stemperare i venti di tempesta.


COMMENTA L'ARTICOLO