Pasquale Bruno:”Visti i personaggi attuali difficile rivedere il vero Toro”


Non si è mai sottratto in campo, Pasquale Bruno, figurarsi a parole. Come quelle che ha regalato a margine della cerimonia della Hall of Fame Granata. Che nella sesta edizione – andata in scena a Villa Claretta, dove è ospitato il Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata – ha visto inseriti O’Animale, come era soprannominato da giocatore, ma anche Enrico Annoni, Roberto Policano, Erno Egri Erbstein e Leslie Lievesley.

«E‘ sempre difficile fare paragoni tra epoche differenti – ha spiegato Bruno, in granata dal 1990 al 1993 –, ma la nostra squadra era piena di giocatori veri: quando sento qualcuno accostare la rosa di oggi alla nostra, sinceramente, mi sento offeso. Noi abbiamo fatto la storia di questo club, quando la faranno anche i calciatori attuali allora sarà giusto il raffronto. Anche se ho dei grossi dubbi che accadrà… Come mai? Questo va chiesto ai dirigenti, io oggi sono solo un tifoso e sono molto deluso. Il vero Toro era il nostro e non tornerà, visti i personaggi attuali. Conosco molto bene la piazza di Firenze: mi sembra che Cairo oggi a Torino sia visto con gli stessi occhi con cui era guardato Della Valle negli ultimi anni dai tifosi della Fiorentina. Ma è inevitabile, quando alla passione vengono anteposti gli interessi ed il business».


COMMENTA L'ARTICOLO