Cairo non ci sta:”Così VAR inutile”


Mi fa arrabbiare che gli arbitri non usino la Var. E’ assurdo che ci sia la Var e non la utilizzino”. Urbano Cairo non ha ancora digerito certi episodi che a suo dire hanno penalizzato il suo Torino. “A me convinceva la Var, ero contento della sua introduzione anche se inizialmente fummo penalizzati, ma era uno strumento nuovo che andava conosciuto – spiega il presidente granata ai microfoni di ‘Radio Anch’io Sport’ su RadioUno – Ma se dopo un anno siamo ancora qui, con l’arbitro che decide di non utilizzare la Var che può aiutare…Il fatto di non voler andare a vedere la Var mi sembra incredibile, anche l’anno scorso abbiamo subito tante penalizzazioni, il tema è grave”.

Per Cairo il Torino fin qui ci ha rimesso almeno 3 punti: “Abbiamo 12 punti, siamo a tre lunghezze dalla zona Champions ma in 4 partite su 8 ci hanno fatto arrabbiare, dal rigore non dato a Iago Falque contro la Roma al clamoroso gol annullato a Berenguer per un fuorigioco che non c’era o all’espulsione non data a Koulibaly. E venerdì è stato dato un gol al Frosinone che non c’era per un fallo sul portiere. Con quei 3 punti saremmo assieme alla Lazio”.

Cairo vede di buon occhio la candidatura di Gravina a presidente della Figc alle elezioni del 22 ottobre. “Oggi non sappiamo quante squadre abbia la serie B e altre cose non logiche in un calcio come il nostro. Siamo in ritardo di 8 mesi sulla sua elezione che forse già allora andava fatta e così oggi non saremmo in questa situazione”, sottolinea ai microfoni di “Radio Anch’io Sport” su Radio Uno Cairo, che sembra escludere altri candidati: “Penso che nessun si faccia avanti se non ha il consenso sufficiente per poter competere e vincere. C’è questo accordo fra Lega Pro e Lega Dilettanti con l’apporto degli allenatori, hanno il 63% e questo rende le cose difficili per un altro candidato”.


COMMENTA L'ARTICOLO