Damascan:le caratteristiche della nuova scommessa di Petrachi - IL TORO SIAMO NOI
Damascan:le caratteristiche della nuova scommessa di Petrachi - IL TORO SIAMO NOI
Damascan:le caratteristiche della nuova scommessa di Petrachi - IL TORO SIAMO NOI
Damascan:le caratteristiche della nuova scommessa di Petrachi - IL TORO SIAMO NOI
Damascan:le caratteristiche della nuova scommessa di Petrachi - IL TORO SIAMO NOI

Damascan:le caratteristiche della nuova scommessa di Petrachi


Damascan, prima di passare al Toro, ha trascorso tre stagioni nel suo paese, la Moldavia, dove ha messo a segno grandi numeri tra il Zimbru Chisinau e lo Sheriff Tiraspol. Infatti, nella massima divisione moldava, la Divizia Nationala, sono arrivate per Damascan 43 presenze, 23 reti e 9 assist in totale. Ma non è tutto; il giovane classe ’99 conta anche 9 presenze tra Europa League e qualificazioni all’Europa e alla Champions League. 19 presenze e 4 gol sono inoltre i numeri fatti registrare da Damascan nella Nazionale moldava a partire dal 2015, anno in cui militava nell’Under 17.

Gol, assist, esperienza internazionale e giovane età: un mix di numeri impressionanti che hanno convinto la dirigenza granata a puntare sulla stellina del calcio moldavo. Nel precampionato di Bormio, Damascan ha potuto mettersi in mostra agli occhi di mister Mazzarri che l’ha valutato con attenzione e l’ha impiegato nell’amichevole contro il Renate. E proprio in quell’occasione, lo scorso 22 luglio, il giovane moldavo non solo ha fatto vedere buone cose, ma ha anche siglato la sua prima rete in granata.

Per l’attaccante si apre ora una stagione scoppiettante che lo terrà impegnato sia nella Primavera di Coppitelli e sia nella prima squadra di Mazzarri. Infatti, il tecnico toscano, l’ha già convocato in occasione della prima e della terza giornata di campionato, rispettivamente contro Roma e Spal. Che siano queste le avvisaglie di un possibile futuro debutto in Serie A a fianco di Belotti?

Punti di forza: Vitalie Damascan è un centravanti puro, un attaccante dal grande senso del gol. E’ potenzialmente completo: dotato di buona velocità, dribbling ed intelligenza tattica, ha una buona capacità nel gioco aereo pur non essendo altissimo (180 cm). Egli sa leggere l’azione in anticipo rispetto agli avversari e si fa trovare al posto giusto nel momento giusto in area di rigore. Può giocare come prima punta nel 4-3-3, ma anche insieme ad un’altra punta nel 3-5-2 di Mazzarri. Al suo arrivo a Torino, Urbano Cairosi è espresso con queste parole: «Vitalie Damașcan è una punta centrale di movimento: sa spaziare su tutto il fronte offensivo per proporsi in fase di finalizzazione e per mettersi a disposizione della squadra come punto di riferimento».

Punti deboli: Nonostante i grandi numeri fatti registrare nel campionato moldavo, Damascan deve ancora migliorare nel calciare col piede sinistro, nel dribbling e nei tempi di inserimento. Altra pecca è quella di voler cercare il pallone a tutti i cosi ritrovandosi così a 40-50 metri dalla porta. Deve quindi imparare a stare vicino la linea difensiva e a cercare gli spazi per infilarsi con grande velocità; sua caratteristica chiave.