Gattuso:”Dopo Sheva viene Belotti”


In conferenza stampa, Gennaro Gattuso non ha risparmiato elogi per il suo ex attaccante, seppur per poco tempo, al Palermo: “Ricordo che andammo a visionarlo io e Perinetti quando giocava per l’Albinoleffe: rimasi sorpreso, dopo Shevchenko è il giocatore che mi ha impressionato di più. Non ha avuto un periodo felice ma quando è in forma sa essere devastante”.
Giorgio Perinetti, ex responsabile dell’area tecnica del Palermo e attuale dg del Genoa, ha raccontato a La Gazzetta dello Sport come è avvenuto l’acquisto di Andrea Belotti, preso quando i rosanero erano allenati da Rino Gattuso: “Avevo visto giocare Belotti in alcune selezioni di Serie C e di giovani Under 21, mi convinsi che sarebbe stata un’occasione. Incredibilmente Gattuso, il nostro allenatore, aveva ricevuto le stesse segnalazioni. Ci confrontammo un attimo, convincemmo Zamparini e Belotti arrivò da noi a inizio settembre. Dopo uno dei primi allenamenti Rino mi prese da una parte: ‘Direttore, è dai tempi di Sheva che non vedo un attaccante calciare in porta con tanta forza, precisione e determinazione’. Cosa risposi? Menomale! Significava che avevamo fatto un colpo. Da subito pensammo di avere a che fare con un crack”.

COMMENTA L'ARTICOLO