Cairo:”Belotti?Mai pensato di cederlo”


“Sarebbe giusto che nelle ultime tre, quattro giornate si possa avere contemporaneità per le squadre che hanno gli stessi obiettivi. Non è molto giusto avere squadre che giocano sapendo già il risultato della competitor”. Lo dice il presidente del Torino, Urbano Cairo, a margine del panel AWords organizzato dalla Lega di A a Roma. Capitolo Superchampions: “E’ un progetto mal pensato e che va azzerato, perché non può essere tolto il merito conquistato sul campo per l’accesso in Europa: significherebbe cambiare anche la testa della gente, così come sarebbe un grave affronto ai tifosi giocare l’Europa di sabato e domenica al posto dei campionati nazionali”. Lo vogliono solo in pochissimi club, non si può cambiare tutto per pochissimi”, aggiunge Cairo rimarcando una “totale chiusura” al progetto Uefa ed Eca.

“Se prenderei De Rossi al Torino? Sicuramente è un grande giocatore con grandi qualità umane, ma cerchiamo di puntare sui giovani. Non è in linea con quello che vogliamo fare adesso, ma è un ragazzo eccezionale” conclude il numero uno granata.

“Belotti? Mai avuta la tentazione di cederlo, avrei accettato dei valori molto minori della sua clausola e mi ero impegnato con la piazza a non cederlo. Ha avuto una stagione difficile l’anno scorso, nel girone di ritorno di questo è tornato il Belotti del primo anno. Ha una grande voglia di fare bene, si è comportato benissimo come capitano e trascinatore, direi bene. Sirigu? Ha fatto mirabilie, ha battuto il record di Castellini, ma oltre a lui abbiamo una squadra davvero ben assortita e in tanti hanno fatto bene, questo ci ha portato a fare i 60 punti che abbiamo in classifica”.


COMMENTA L'ARTICOLO