Serie A, il primo verdetto


Arriva ufficialmente a sei giornate dal termine la retrocessione del Chievo: è la seconda volta dall’ esordio in Serie A nel 2001.
Penalizzata a inizio stagione, incapace di essere mai all’altezza della Serie A dopo un decennio in cui aveva lottato con le unghie e con i denti per rimanere nella massima serie. Stavolta il Chievo non è riuscita nel suo intento, retrocedendo ufficialmente in Serie B a un mese e mezzo dal termine delle ostilità.
Una stagione a dir poco disastrosa quella del Chievo 2018/2019, che a sei giornate dal termine è ferma ad appena undici punti in classifica, troppo poco per poter ancora puntare a residue speranze di salvezza. In realtà questi sarebbero quattordici, ai quali vanno tolti però i tre di penalizzazione decisi dalla federazione.
Non solo dunque i risultati in campo a gettare nell’ombra il Chievo, ma anche i fatti extra-campo (il caso plusvalenze) che hanno portato ad una situazione ancor più complicata per gli uomini di D’Anna prima, Ventura poi ed infine Di Carlo, che non è riuscito a rialzare la squadra.


Annunci

COMMENTA L'ARTICOLO