“Il mio Toro è quello che gioca bene”


Walter Mazzarri ha parlato in conferenza stampa per presentare la trasferta di domani a Ferrara contro la SPAL: “Servirà una grandissima partita. La Spal è una squadra molto organizzata, dovremo fare attenzione sui calci piazzati dove sono particolarmente pericolosi, infatti molte delle loro reti provengono da colpi di testa. Inoltre, ha tanti giocatori che sanno inserirsi bene, quindi è una squadra pericolosa su più fronti. Sto cercando di trasmettere questa attenzione ai miei giocatori, anche stamattina ho caricato tanto la squadra: dobbiamo essere concentrati e rispettare l’avversario ancora più del normale. Il mio Toro ideale? Quello che gioca bene, ricordo ad esempio la partita contro la Sampdoria. Quella squadra ha rispecchiato quello che avevamo preparato in settimana, era una formazione equilibrata con due attaccanti e due ali offensive. Non importa chi gioca, ma come si gioca. Oggi non basta più solamente la tecnica, ci vogliono fisicità e schemi. Meite? Nel nostro centrocampo ognuno ha le sue caratteristiche. La sua fisicità penso che ce l’abbiano in pochi. Djidji? Non sta molto bene, è in forte dubbio, ma l’ho voluto portare lo stesso. Ansaldi? Lui deve cercare la sua migliore condizione fisica. Quando sta bene è un giocatore talmente universale che può fare la differenza ovunque”, le parole riportate dal sito ufficiale del club.


COMMENTA L'ARTICOLO