Lazio-Toro:multa e diffida per Lotito


Arriva puntuale la decisione del giudice sportivo riguardo quanto accaduto nell’ultimo turno del girone d’andata e del 2018. Claudio Lotito, presidente della Lazio, era finito in prima pagina per l’attacco al direttore di gara Irrati, reo di avere, secondo il numero uno biancoceleste, negato un rigore solare alla squadra capitolina.

Il giudice sportivo Mastrandea ha multato il presidente della Lazio con 10.000, con tanto di diffida: Lotito aveva di fatto aspettato Irrati al termine della sfida contro il Torino per esternare la sua rabbia.

“Ammenda di 10.000 euro e diffida, in quanto, al termine del primo tempo, attendeva il direttore di gara di fronte al suo spogliatoio rivolgendosi al medesimo con modi irriguardosi”

La decisione di Mastrandea arriva il giorno le parole del portavoce della Lazio, Arturo Diaconale. Il quale aveva negato qualsiasi aggressione da parte del presidente biancoceleste.

“Lotito ha incrociato Irrati nel primo tempo una volta sceso nello spogliatoio, ma non c’è stata assolutamente alcuna aggressione né toni accesi come è stato riportato da giornali del Nord che non hanno, come si è visto, alcun interesse a tutelare gli interessi della Lazio.

Lotito e la Lazio si sono spesso lamentati dell’arbitraggio in Serie A nelle ultime giornate, ma la rabbia biancoceleste ha raggiunto l’apice dopo la sfida pareggiata contro il Torino in cui è stato assegnato un rigore ai granata (realizzato da Belotti), ma non quello su Acerbi.


COMMENTA L'ARTICOLO