Scontri prima di Inter-Napoli:muore tifoso interista


E’ morto per le ferite riportate un tifoso interista di 35 anni, investito da un van di tifosi napoletani ieri sera, prima della partita Inter-Napoli a San Siro. Un episodio che aveva già un grave bilancio, con quattro tifosi napoletani accoltellati durante gli scontri. L’uomo morto era stato ricoverato all’ospedale San Carlo in gravi condizioni ed essere stato operato. Tra gli altri feriti il più grave è un 43enne accoltellato all’addome e portato al Sacco.

La rissa è avvenuta in via Sant’Elena, zona via Novara, circa un’ora prima della partita. E la prima ipotesi è mche si sia trattato di un agguato degli ultrà interisti agli avversari napoletani. Dalle prime ricostruzioni sembra che l’investimento sarebbe avvenuto alla fine degli scontri, intorno alle 19.30.

Sull’accaduto ha fatto luce il Questore di Milano Marcello Cardona: «Si trattava di un ultrà dell’Inter, Daniele Belardinelli, che aveva dei precedenti. Era stato daspato. È stato travolto da un suv, ma non sappiamo ancora chi fosse alla guida. Altre quattro persone sono state ferite, di cui una trasportata in ospedale. Questa notte abbiamo effettuato delle perquisizioni, arrestando due ultras dell’Inter. Ne stiamo cercando un altro perché dalle immagini abbiamo visto che sono in tre. I tifosi dell’Inter hanno teso un agguato a quelli del Napoli, i quali erano in regola e nel ripartire hanno investito il tifoso. Questi sono poi scesi dal pullmino, indicandolo per prestare soccorso».

Subito dopo, tra l’altro, i tifosi del Napoli a bordo del van sarebbero scesi per affrontare in prima persone gli antagonisti nerazzurri: ne sarebbe scaturita una colluttazione durante la quale un altro tifiso, questa volta partenopeo, sarebbe stato accoltellato al fianco riportando pure alcune contusioni. Quest’ultimo comunque, in condizioni stazionare, non sarebbe al momento in pericolo di vita.

Fonte Repubblica.it


COMMENTA L'ARTICOLO