Massimo Bava:”Vogliamo creare senso di appartenenza”


Il responsabile del settore giovanile granata ha parlato a Toronews dei progetti futuri.

“Parliamo di Primavera perché stiamo facendo grandi risultati, ma non dobbiamo dimenticarci anche le altre categorie. Adesso stiamo un po’ zoppicando con Under 15 e Under 16, il passaggio tra scuola calcio e settore giovanile non è semplice. Adesso dobbiamo iniziare a lavorare bene anche sotto. Sesia sta facendo bene, Capriolo anche, la Primavera fa prestazioni importanti… Dobbiamo lavorare perché a giugno 2019 ci siano escano altri professionisti, il nostro obiettivo è quello. Abbiamo la fortuna di avere un mister e un presidente attentissimi, abbiamo tutte le componenti per fare bene”.

Su Millico:“E’ uno importante. Ma adesso è il momento di smettere di parlare di lui, deve pensare a lavorare come ha fatto fino adesso. E’ stato gestito bene da Menghini, poi da Sesia e adesso da Coppitelli. Ha fatto una crescita costate, adesso deve continuare a lavorare. Abbiamo un gruppo importante in Primavera, i vari Kone, Adopo, Rauti, Onisa, Gemello.. Tutti giocatori che stanno lavorando con un obiettivo, ovvero fare i professionisti”.

“Dobbiamo monitorare ancora di più il territori, abbiamo potenzialità. Dobbiamo sfruttare meglio il territorio piemontese, essere ancora più radicati. Arrivare al punto di poter dire che noi prendiamo i giocatori forti del Piemonte. Per far sì che il giocatore in Primavera e poi in prima squadra abbia un senso di appartenenza importante. Il senso di appartenenza permette che il ragazzino arriva in Serie A o in Primavera creda nella società e non solo nel Dio denaro. La Primavera deve essere un obiettivo importante, deve essere vista come la Serie A la Primavera del Toro per questi ragazzi. Robaldo? Ha già detto tutto il Presidente. Abbiamo questa riunione finale e quando avremo le chiavi sarà un giorno emozionante per tutti quanti”.


DITE LA VOSTRA!