Libertadores:dove e quando si giocherà


Niente Monumental, niente Buenos Aires, niente Argentina. La finale di ritorno di Copa Libertadores tra River Plate e Boca Juniors si disputerà fuori dai confini nazionali. E ora ci sono anche un paio di date: l’8 o il 9 dicembre, come confermato dalla CONMEBOL.

Questo è quanto emerso dalla riunione andata in scena ad Asuncion, nella sede della Confederazione sudamericana, e comunicato sia al River che il Boca Juniors. Si giocherà di sabato oppure di domenica, dunque, con orario ancora da stabilire e certamente fuori dai confini nazionali:”Risulta prudente che non si giochi all’interno del paese”, recita il comunicato. Ma una città favorita per ospitare il match c’è: la stessa Asuncion.

A rivelarlo in precedenza era già stato Walter Vazquez, comandante della Policia Nacional della capitale del Paraguay, intervenuto sull’emittente radiofonica locale ‘ABC Cardinal 730 AM’: “Stiamo lavorando per capire come organizzarci dal punto di vista operativo. La finale potrebbe disputarsi il 9 dicembre ad Asuncion”.

In ogni caso, diversamente dalla finale d’andata e da quanto originariamente previsto per quella di ritorno, il match rischia fortemente di non avere tifosi allo stadio: “Se si giocherà qui, prenderemo le misure di sicurezza necessarie. Però la raccomandazione della Polizia è che si giochi a porte chiuse”, aveva detto ancora Vazquez.

Asuncion la spunterebbe su altre città, tra cui perfino Genova, che nei giorni scorsi ha avanzato l’ipotesi di portare il Superclasico in Italia tramite un appello dell’Assessore delegato allo Sport Stefano Anzalone. In lizza anche Abu Dhabi. La decisione finale spetterà ancora una volta alla CONMEBOL, che stabilirà ufficialmente in un secondo momento la sede del match.

Il problema maggiore, ora, è piuttosto un altro: con un comunicato inviato alla stessa CONMEBOL, il Boca Juniors ha annunciato ufficialmente l’intenzione di non scendere in campo, chiedendo la squalifica del River Plate e la conseguente assegnazione della Copa Libertadores a tavolino. La partita appare ancora lunghissima.


DITE LA VOSTRA!