Cassano e quella lite con Mazzarri


La sua carriera è costellata di episodi che hanno limitato la sua crescita, quelle famose ‘cassanate’ che lo hanno in qualche modo anche contraddistinto. Nel corso di un’intervista al ‘Secolo XIX’, Cassano ha raccontato proprio uno di questi episodi. Una lite con Walter Mazzarri ai tempi della Sampdoria.

Queste le sue parole: “Era la mattina della partita, eravamo in ritiro, Mazzarri porta sul terrazzo Padalino e Ziegler per parlargli della partita, con la sigaretta in bocca. Io dalla sala della colazione gli urlo ‘basta fumare’. Lui mi sente, reagisce e mi risponde male. Mi salta il tappo e mi alzo per affrontarlo, ma la porta a vetri è bloccata. Mi trattengono”.

Continuando e concludendo il racconto: “Prima decido di non giocare e di rientrare a casa. Poi cambio idea: ‘gioco ma vado subito allo stadio’. Erano le 11, partita alle 15. Chiamo mio cugino, arriva con la sua Uno e mi porta al Ferraris. Sono venuti con me anche il team manager Ajazzone, il ds Asmini e il mio preparatore Tibaudi. Arriviamo al Ferraris dopo un quarto d’ora, mi sdraio su un lettino e mi addormento. Mazzarri intanto in hotel fa la riunione tecnica. Sulla lavagna la formazione, con 10 uomini e una X: ‘Ho litigato con Cassano, non so se sarà allo stadio’. Mi hanno svegliato per il riscaldamento, ho giocato: due assist a Marilungo e un goal”.


DITE LA VOSTRA!