Tutta la rabbia di Mazzarri


Un incavolato Mazzarri commenta il pareggio con la Fiorentina:“Siamo andati subito in salita, quasi un autogol. Poi la squadra ha cominciato a giocare come piace a me, contro una squadra forte. La mia squadra è stata brava, sa giocare bene, nonostante – arrivo al sodo – mi hanno buttato fuori subito, e questa arroganza non mi va bene da parte del potere e mi riferisco agli arbitri. Ho chiesto spiegazioni per il fallo e mi hanno buttato fuori, sono stanco perché è una vita che alleno e non sono un pivello”

Mazzarri rincara la dose: “Già a Bologna c’era un rigore netto, a me non va più. Mi piacerebbe rivedere certi episodi oggi, voglio vedere quanto incidono questi errori a fine anno. Mi danno fastidio certi comportamenti, io voglio vedere l’arbitro che si comporta nella stessa maniera con tutti i giocatori. Questa squadra sta giocando bene ma meriterebbe di più. Vorrei che l’arbitro riconoscesse gli errori. Mi riferisco all’ultimo episodio tra Biraghi e Belotti: chi va sulla palla? Non mi sembra Biraghi vada sulla palla. Perché non sono andati a vederlo al Var? E perché a Bologna neanche? E’ inutile la tecnologica. Anche il giallo non dato davanti alla mia panchina, voglio rivedere anche quello. Sono stufo. Ci tengo a dire che il Toro avrebbe meritato di vincere, abbiamo giocato benissimo contro un avversario molto forte”.

“Se Belotti va in elevazione e Biraghi non guarda la palla, non è rigore? Almeno da rivedere lo è, o no? Biraghi non ha guardato la palla e ha preso solo Belotti. La palla era ancora in volo, questo è rigore da regolamento, non m’interessa che di solito non lo danno. Perché non si vede mai il Var con noi? Udine, Bologna, oggi… E’ sistematico. Noi veniamo valutati per la classifica, e gli episodi ci hanno penalizzato. Voglio rispetto“.

Mazzarri continua su Sky: “La Fiorentina dal punto di vista del gioco ha sempre messo in difficoltà tutti, oggi la supremazia territoriale è stata nostra al 66 per cento. Abbiamo fatto una grande partita contro una signora squadra. Poi ci sono state altre cose che mi hanno fatto incavolare…”.


Loading...

COMMENTA L'ARTICOLO