Mazzarri striglia il Toro


Tempo di riflessioni in casa granata. Infatti, domenica contro i rossoblù è arrivata una prestazione in chiaroscuro che non fa di certo dormire sonni tranquilli mister Mazzarri. I granata, in vantaggio di 2 reti all’inizio del secondo tempo, sembravano in pieno controllo della partita e sulla strada di portarsi a casa la terza vittoria di fila. Una vittoria che avrebbe permesso ai granata di essere attualmente in zona Champions con ben 15 punti. E invece così non è stato. La rimonta del Bologna completata dai gol di Santander e Calabresi, ha spento l’entusiasmo di una squadra pronta a rilanciarsi in classifica.

Tante, davvero troppe le disattenzioni della difesa che si è fatta sorprendere in un modo del tutto inaspettato sul secondo gol dei bolognesi. Quest’atteggiamento non è piaciuto ai tifosi, che si son lamentati notevolmente sui social con insulti e critiche nei confronti della società, ma nemmeno al tecnico Walter Mazzarri che nel dopo partita si è lasciato andare ai microfoni di SkySport: «Senza aver fatto una parata, abbiamo preso due gol da soli. Come è già capitato, sottovalutiamo i pericoli. Abbiamo dominato la partita, facendo gol e creando diverse occasioni e mangiandoci qualche gol. Siamo riusciti a pareggiarla perché siamo autolesionisti. Dobbiamo stare concentrati, è difficile spiegare oggi una partita così: siamo stati bravi dal punto di vista del gioco, e poi ci siamo trovati con questo risultato assurdo. Abbiamo buttato via due punti. Col gioco stiamo crescendo, ma dobbiamo fare il salto di qualità».

Ma non è finita qui. Infatti Mazzarri non si è lamentato solamente ai microfoni di Sky, ma anche con i suoi alla ripresa degli allenamenti al Filadelfia. Nella giornata di ieri si è visto difatti un tecnico decisamente seccato per l’atteggiamento messo in campo dalla squadra domenica pomeriggio. Perché non si è trattato solamente di un calo di concentrazione, ma di un vero e proprio approccio molle e svogliato che è emerso in più di un occasione in questo inizio di stagione. Roma, Inter, Napoli, Frosinone e ora Bologna. La lista delle partite in cui il Toro si è visto a spazzi sono già 5. E considerando che siamo solamente alla nona di campionato, il numero è elevato.

Insomma, il Toro è vero che sta dimostrato da un lato numerosi progressi sul piano della creazione di gioco, del predominio territoriale e della solidità tattica, ma dall’altro sta ancora affrontando parecchi problemi difensivi, limiti di natura più che altro mentale. E’ per tale motivo che Mazzarri si aspetta una svolta, una svolta che si attende già nella prossima sfida contro la Fiorentina. Contro i Viola la squadra è avvertita: vietato sbagliare!


COMMENTA L'ARTICOLO