Più Baselli che Rincon


Se nelle prime tre giornate Mazzarri ha insistito con il 3-5-2, per lo scontro con l’Udinese non si escludono cambi e sorprese: a farne le spese potrebbe essere Rincon. Il tecnico granata, infatti, starebbe pensando di dare più peso al proprio attacco e per questo motivo, domenica a Udine, potrebbero vedersi moduli più offensivi come il 3-4-1-2 o il 3-4-2-1. La scelta finale sullo schieramento varierà in base agli uomini inseriti, nel primo caso Falque agirebbe da trequartista alle spalle di Zaza e Belotti, mentre nel secondo caso Belotti sarebbe assistito dallo spagnolo ex Roma e dal neo acquisto Soriano.

Mazzarri rinuncia a Rincon per una squadra più offensiva

Mazzarri, in settimana, ha quindi lavorato su questi cambiamenti che estrometterebbero dalla formazione titolare, Thomas Rincon. Per il centrocampista venezuelano classe ’88, infatti, si prospetta la panchina, già contro l’Udinese. Nel cerchio di centrocampo, invece, dovrebbero giostrare, Meité, vera e propria sorpresa in questo inizio di stagione, e Baselli. Rincon, arrivato nell’estate del 2017 dalla Juventus, paga infatti il finale di stagione della passata Serie A e l’inizio di questa, dove non ha certamente brillato per le sue prestazioni. I suoi punti di forza sono sicuramente i contrasti e la costanza in campo, che ne hanno fatto uno dei giocatori più utilizzati nella scorsa stagione. Le presenze, tra Serie Ae Coppa Italia, sono state 37, condite da 2reti. Quest’ultimo dato, in particolare, potrebbe far riflettere sui motivi per cui Mazzarri stia cercando soluzioni diverse. Aggiungere un uomo che contribuisca maggiormente alla fase offensiva, senza perdere l’equilibrio di squadra: è questo l’obbiettivo del tecnico granata. Vista l’esplosione di Meité, che garantisce corsa, inserimenti e chiusure, unita alle geometrie di Baselli, Mazzarri potrà rinunciare più facilmente a Rincon.

Ola Aina ha svolto quasi tutta la seduta di allenamento assieme ai compagni e si candida a rientrare nell’elenco dei convocati per la trasferta di Udine. Una buona notizia per un Mazzarri che, comunque, salvo sorprese domani in Friuli sulla sinistra della mediana piazzerà Berenguer (decisamente favorito sul pur brillante Parigini reduce dall’exploit con l’Under 21). Il nigeriano è al lavoro per tornare in panchina domani, per poi ritrovare la condizione ottimale in vista del successivo impegno di campionato contro il Napoli. Un appuntamento al quale, mantenendo l’attenzione sulle corsie, non prenderà parte Ansaldi, in ripresa, ma non ancora pronto per tornare ad allenarsi in gruppo. Intanto, mantenendo… fede al personaggio, il jolly di Rosario ha postato sui social una immagine che lo ritrae in maglia granata davanti a un Toro. Con vergata la seguente citazione biblica: «Nell’amore non c’è paura (Giovanni 4:18)».


Advertisements

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.