“Un grande Gaetano”,il ricordo nelle parole di Paolo Pulici


Nell’anniversario della scomparsa di Gaetano Scirea vogliamo ricordalo con le parole di Paolo Pulici:”Cuccureddu diceva che nel derby mi diventavano granata anche gli occhi. Ma eravamo amici, avevamo fatto il militare insieme. Una volta in uno scontro con Scirea mi ruppi il naso. Quando mi risvegliai all’ospedale, dopo l’operazione, la prima faccia che vidi, oltre a quella di mia moglie, era di Scirea. Un grande, Gaetano. Su lui non saremmo mai andati in pressione. La parola pressing non era ancora arrivata, ma Radice ci diceva di andare in pressione sul difensore più scarso di piede. Nella Juve Morini, nell’Inter Baresi. Si cercava l’anello debole. E Radice, ogni volta, prima di andare in campo, ci faceva: “Qualcuno ha qualcosa da dire?”. Era un modo per coinvolgerci, le cose non cadevano dall’alto”.


Loading...

COMMENTA L'ARTICOLO