Genova nel cuore fa il giro del mondo

Genova nel cuore è uno slogan ma non solo. Tanti gli attestati di solidarietà, tante le iniziative che hanno fatto il giro del mondo

Genova non sei sola! Il mondo del calcio e il mondo in generale si stringono attorno al capoluogo ligure dopo l’immane tragedia del ponte Morandi che è costata la vita a 43 persone. «Genova nel cuore» da Ferragosto simboleggia, con l’aiuto di un’attenta campagna social, la vicinanza alla città di Genova. Lo stesso Genoa (e naturalmente anche la Samp perché le tragedie non hanno colori e non fanno distinzioni) non ha potuto estraniarsi da iniziative dedicate. Sono giunti tantissimi attestati di solidarietà, in particolare dalla Grecia e da Barcellona, e le iniziative hanno fatto il giro del mondo. Il calcio, naturalmente, in tutto questo passa in secondo piano ma aiuta ad unire. La Lega di Serie A intanto ha annunciato l’istituzione di un fondo destinato ai «bisogni della popolazione genovese» mentre il Grifone vuole pubblicare un album fotografico su Facebook con le foto delle curve che hanno dedicato uno striscione a Genova.

Apprezzata anche l’iniziativa dei tifosi genoani che hanno deciso di iniziare la sfida con l’Empoli con 43 minuti di silenzio, uno per ogni vittima della tragedia: «Quarantatré minuti di silenzio che hanno fatto rumore. Che hanno toccato i cuori degli italiani, ma non solo. Quarantatré minuti toccanti, da brividi. Il giusto tributo di un Popolo a chi non c’è più, vittima di una tragedia immane. Un silenzio che è riecheggiato in tutto il mondo anche mediaticamente. Infatti, sia il quotidiano britannico “The Guardian” sia l’emittente statunitense “Fox Sport” hanno documentato l’evento, segnalando l’iniziativa unica dei tifosi rossoblù, che è infine coronata in un tripudio di “Genova, Genova!” tale da scaldare il cuore. Perché tutti noi abbiamo “Genova nel cuore”» ha scritto il sito ufficiale rossoblù.


Loading...

COMMENTA L'ARTICOLO