Mazzarri e le sue spie

Stando a quanto riferisce ‘La Gazzetta dello Sport’, la spia inviata da Mazzarri si era appostata nel bosco sopra Bogliasco: è stato scoperto a causa del suo comportamento furtivo, con finte telefonate e la ricerca continua di posizioni migliori per scrutare le mosse dell’allenatore avversario.

Si tratterebbe di Roberto Miggiano, ex difensore di Lecce, Avellino ed Empoli e da qualche anno collaboratore di Mazzarri come osservatore esterno.

Giampaolo ha commentato l’accaduto: “Non ci credo, nessuno ormai usa questi sotterfugi. Sono cose anacronistiche, rese inutili dalle possibilità offerte dalla tecnologia”.

Advertisements
Share