Cairo:”Calcio su La7?Perche’ no”

Dalle elezioni per il presidente della Federcalcio ai diritti tv,bando Serie A La7.

Urbano Cairo ne ha parlato in un’intervista rilasciata a “ItaliaOggi”, partendo dalla Figc: :«Sono reduce da un tour de force a Roma dove non siamo riusciti a eleggere il presidente della Figc. Ci siamo fatti commissariare. E temo ci fosse anche qualcuno che aveva piacere a essere commissariato. Tuttavia non credo che possa arrivare un commissario con la bacchetta magica che risolve in un lampo tutti i problemi del calcio italiano. In particolare non ho capito l’atteggiamento di Damiano Tommasi, presidente dell’Associazione italiana calciatori. Vediamo chi nominano commissario, magari aveva preso accordi…»

«L’attività di concessionaria, tra Cairo pubblicità ed Rcs pubblicità, è concentrata essenzialmente sui nostri mezzi. Mentre quando ho iniziato facevo la concessionaria per editori terzi, ormai la nostra attività punta soprattutto sui mezzi di proprietà. Siamo molto finalizzati a questo, e meno interessati a mezzi di terzi. Però, vediamo cosa succede, come vanno le cose con MediaPro. Importante è che da 830 milioni all’anno il valore dei diritti tv del calcio sia già salito a 950 milioni. Vediamo se c’è la possibilità di fare un terzo bando, di organizzarlo eventualmente più per prodotto che per piattaforma. E in base al bando faremo le nostre valutazioni, anche per eventuali pacchetti che potrebbero interessare a La7, perché no».

fonte.calcioefinanza.it

DITE LA VOSTRA!